Sei in:
  1. ISSP di Prato
  2. Viaggio nel web
  3. Indice stazioni
  4. Stazione postale di Monteroni


Come si viaggiava in Toscana ai tempi del Grand Tour... e prima
Scheda informativa: stazione postale di Monteroni d’Arbia ( SI)

Stazione citata per la prima volta 1742 

 

Monteroni d'Arbia: abitato

Monteroni d'Arbia: abitato

Data apertura           prima citazione  1742                           Data chiusura ultima citazione 1851

Itinerari di appartenenza


Tiroli: Viaggio da Roma a Firenze


In questo itinerario, tratto da Francesco Tiroli, La vera guida per chi viaggia in Italia …, Roma Giunchi 1775, appare la collocazione della stazione di Monteroni fra le località di Siena e Buonconvento.

 

Gravier: Viaggio da Firenze a Roma



In questa cartina itineraria, tratta da Guida per il viaggio d’Italia in posta …, Genova Gravier 1793, vediamo la stazione di posta di Monteroni fra quelle di Siena e Buonconvento.

 


Descrizione

Monteroni d'Arbia è un comune di 8.642 abitanti della provincia di Siena, a circa 13 km da Siena.

La costituzione del Comune è avvenuta nel 1810, durante il periodo Napoleonico, a seguito delle decisioni prese dalla Giunta Straordinaria del governo della Toscana. Fino a quel momento il territorio faceva parte della podesteria di Buonconvento. Il nome deriva da una delle colline che domina il paese, chiamata appunto Monte Roni, e dal fatto che vi scorre il fiume Arbia. Lo studioso di toponomastica storica medievale Gaetano Barbarulo, che ha studiato la forma Tirone/ Monterone, presente in gran parte del territorio italiano (Le denominazioni Monterone e Tirone nella toponomastica medievale napoletana, in "Archivio Storico per le Provincie Napoletane" 1996) fa derivare Monteroni da un composto di monte, derivato dal latino mons, e tirone, esito del latino tardo toro -onis, vocabolo dal significato di "altura". L'apparente duplicazione si spiegherebbe con una perdita di coscienza in età medievale del significato originario del vocabolo tirone, che avrebbe acquisito la valenza di nome proprio e si sarebbe così sentita l'esigenza di anteporgli il nome comune "monte".


La posta-cavalli

Non è ancora stato possibile individuare la sede della posta cavalli. Fino a tutto il secolo XVII la posta cavalli aveva avuto sede a Lucignano: la sua chiusura coincise con lo spostamento a Monteroni.

Presso l’Archivio di Stato di Firenze sono conservate piante e disegni relativi alla stazione di posta di Monteroni datate 1834 e 1841  1.


1 Fondo Scrittoio delle Fortezze e Fabbriche, Fabbriche Lorenesi 1831-1835 (2140, 140, 1834, 109) e 1841-1845 (2171B, 170, 1841, 16).

Contesto territoriale

Dall’itinerario postale era possibile proseguire il viaggio per località non coperte dal servizio di posta cavalli ricorrendo ai servizi di vetturali privati. Ecco la situazione della rete viaria come appare nella cartina relativa al Viaggio da Siena a Monte Fiascone disegnata da Antonio Giachi nella seconda metà del Settecento.

Le stazioni di posta presenti all’epoca sull’itinerario sono contrassegnate dal simbolo:

simbolo

Giachi:Viaggio da Siena a Montefiascone


Viaggio da Siena a Montefiascone
(Manoscritto Antonio GIACHI, SECONDA META’ XVIII SECOLO) 1.C.4

 

 


Notizie storiche e artistiche

Il Repetti, a proposito di questo antico borgo, scrive:

MONTERONI, talvolta MONTERONE, e MONTARONI in VALDARBIA. - Piccolo borgo con una grandiosa torre sulla strada Regia Romana alla prima posta da Siena per Roma con chiesa parrocchiale (SS. Giusto e Donato) capoluogo di vicarìa foranea e di Comunità, nella Giurisdizione di Buonconvento, Diocesi e Compartimento di Siena. Risiede in pianura presso la ripa destra del fiume Arbia …


scheda completa Repetti

Località sede di ufficio postalettere

Dotazioni

Dalla documentazione di fine sec. XVIII risulta che il postiere doveva tenere per il servizio 12 cavalli da tiro e 2 cavalli da sella  2. Questo è confermato dai carteggi presso l’Archivio di Stato senese dove, nel 1795, viene segnalata l’esistenza di 12 cavalli per il servizio di posta.

2 ASFi, DGP 1709-1808, filza 88, c. 65.

Postieri ossia Mastri di posta

Sante Borghetti (1793)
Vincenzo Pozzesi (1793)

Aneddoti

Sull’attività della stazione di posta di Monteroni è consultabile documentazione archivistica di varia natura reperita presso l’Archivio di Stato di Siena.

vedi scheda