Sei in:
  1. ISSP di Prato
  2. Viaggio nel web
  3. Indice stazioni
  4. Stazione postale Le Piastre


Come si viaggiava in Toscana ai tempi del Grand Tour... e prima
Scheda informativa: stazione postale di Le Piastre (Pistoia  PT)

Stazione citata per la prima volta 1781 

Data apertura         1° maggio 1781 (Sterpos, Strade, p. 26)   prima citazione 1783               

Data chiusura ultima citazione 1847

Itinerari di appartenenza


Tofani: Viaggio da Firenze a Bologna

IIn questo itinerario, tratto da Itinéraire d’Italie  qui contient la description …, Florence Tofani 1801, appare la collocazione della stazione della posta delle Lastre fra le località di Pistoia e San Marcello.



Descrizione

Località montana del comune di Pistoia, nell’omonima provincia, è situata sulla strada statale per l’Abetone e dista circa 13 km dal capoluogo. Il paese si sviluppò dopo la costruzione, nella seconda metà del sec. XVIII, della nuova strada che collegava la Toscana al Ducato di Modena.



La posta-cavalli

Esiste una dettagliata “Relazione” redatta da Leonardo Ximenes nel 1772 e indirizzata al consigliere Tavanti, relativa agli studi preparatori per la dislocazione della posta delle Piastre  1.

Relazione Ximenes

L’antica stazione di posta, sita in Via Modenese 673 a Le Piastre Pistoia, si presenta oggi come una dimora signorile perfettamente restaurata nel 1990. Restauri curati dalla proprietaria, la pittrice Maria Pratesi Corsini, in arte “Esa”, moglie dell’ultimo discendente della famiglia Corsini, il Dott. Atoma Corsini.
INSERIRE FOTO DALLA CARTELLA LE PIASTRE CON DIDASCALIE:

L’esterno della stazione di posta come appare dopo il restauro.


L’esterno della stazione di posta come appare dopo il restauro.




Gli interni restaurati perfettamente: la prima delle tre sale è adibita ora a studio di pittura, nella seconda troneggia un grande camino con lo stemma dei Corsini, la terza mostra una parte delle antiche stalle con gli imponenti archi e le antiche travature.

Durante i lavori per la costruzione della nuova strada postale, iniziati nel tratto toscano a partire dal 1767, Le Piastre ricevettero la visita del Granduca Pietro Leopoldo che fu ospitato nella casa accanto alla futura stazione della posta cavalli. A ricordo dell’evento fu apposta una lapide in pietra con la scritta in latino:
A.P.M. / PETRUS LEOPOLDUS / MAGNUS DUX ETRURIAE / &C. &C. &C. / VISITAVIT VIAM NUPER FACTAM AD PUBLICAM / UTILITATEM ET MORA-TUS EST DOMI FRANCISCI / MARIANI DE BEGLIOMINIS IN HOC LOCO DICTO LE / PIASTRE UBI SUMPSIT PRANDIUM DIE V. SEPTEM- / BRIS ANNO D. MDCCLXVIII / FRANCISCUS BEGLIOMINI QUI SUPRA  2


**INSERIRE FOTO LAPIDE DALLA CARTELLA LE PIASTRE CON DIDASCALIA:
La lapide apposta su casa Begliomini in ricordo della visita granducale.

La gestione della stazione fu affidata fin dall’inizio alla fiorentina famiglia dei Corsini che, anche dopo la chiusura delle stazioni di posta granducali sul percorso tosco-modenese avvenuta nei primi decenni dell’Ottocento, continuò l’esercizio alberghiero fino al 1985 circa: oltre duecento anni d’ininterrotta attività!


**INSERIRE FOTO STEMMA CORSINI DALLA CARTELLA LE PIASTRE CON LA DIDASCALIA:
Lo stemma della famiglia Corsini presente sulla facciata dell’edificio.


**INSERIRE FOTO PENSIONE CORSINI DALLA CARTELLA LE PIASTRE CON LA DIDASCALIA:
La Pensione Corsini in una vecchia foto dei primi del Novecento.

 

Nella seconda metà del Settecento la stazione di posta delle Piastre distava da Pistoia 1 posta pari a 8,5  miglia di strada soprattutto in salita, salvo un tratto di 2,5 miglia pianeggiante, e dalla stazione di San Marcello ancora 1 posta per 9 miglia di strada mista: “piana, montuosa, e scesa” 3 .

Nel 1793 la posta cavalli delle Piastre appare nell’elenco delle stazioni che, per l’insufficiente volume di lavoro, ricevevano un sussidio granducale per il mantenimento del servizio postale: il sussidio annuo ammontava a lire 1.824  4.

Questa stazione di posta, come le altre sulla nuova strada modenese, fu chiusa nel 1798 a seguito della chiusura decisa dalla Repubblica Cisalpina delle poste situate nel tratto di strada posto sul proprio territorio  5.

Due anni più tardi, nel 1800, fu riattivata assieme alle altre per disposizione del comando militare che inviò 150 soldati a presidiare le stazioni  6.

Dal 2004 presso l’antica stazione viene tenuta, l’ultima domenica di agosto, la manifestazione culturale “Riconoscimento Posta del Granduca” ad iniziativa della locale associazione “360 gradi”.

Contesto territoriale

Dall’itinerario postale era possibile proseguire il viaggio per località non coperte dal servizio di posta cavalli ricorrendo ai servizi di vetturali privati. Ecco la situazione della rete viaria come appare nella cartina relativa al Viaggio da Pisa a Firenze disegnata da Antonio Giachi nella seconda metà del Settecento.

Le stazioni di posta presenti all’epoca sull’itinerario sono contrassegnate dal simbolo:

simbolo

Giachi: Viaggio da Pisa a Firenze

Viaggio da Pisa a Firenze per la parte di Lucca e Pistoia

(Manoscritto Antonio GIACHI, SECONDA META’ XVIII SECOLO) 1.C.4


La località delle Piastre è qui identificabile con “Piastruccie” posta prima di Ponte Petri.



Notizie storiche e artistiche

Alcune notizie su questa località vengono fornite nel Dizionario del Repetti:

PIASTRA e PIASTRE nella Valle dell'Ombrone pistojese. - Fra i varj luoghi delle Piastre il più noto è quello che da il titolo ad una chiesa parrocchiale (S. Ilario alle piastre) nel piviere di Cireglio, Comunità e circa 7 miglia toscane a maestrale della Porta al Borgo, Giurisdizione e Diocesi di Pistoja, Compartimento di Firenze. Risiede sopra lo sprone più meridionale dell'Appennino di Pistoja fra le sorgenti del Reno bolognese, che costà presso verso grecale scaturisce, e le prime fonti di Vincio di Cireglio, che nell'Ombrone fluisce …


scheda completa Repetti

Note:


1 ASFi, Segreteria Finanze anteriore 1788, filza n. 649, citata in Sergio Chieppi, La Toscana in diligenza, Firenze 1993, pp. 36-37.

2 Carlo Bartolini, Sulla strada del Granduca, Estratto da Icaro, nn. 13-14.

3 ASFi, Segr. Finanze, ant. 1788, filza 643, c.n.n. Descrizione delle poste nel Granducato di Toscana, coll’indicazione delle distanze, che ….

4 ASFi, Direzione Generale delle Poste (1709-1808), filza 97, Sussidi e canoni governativi per le poste (v. Scarso, op. cit., p. 109).

5 ASFi, DGP 1709-1808, filza 80 , c. 89, Delibera 12.6.1798.

6 ASFi, DGP 1709-1808, filza 84, c. 4 e 2.