Sei in:
  1. ISSP di Prato
  2. Viaggio nel web
  3. Indice stazioni
  4. Stazione postale Certaldo


Come si viaggiava in Toscana ai tempi del Grand Tour... e prima
Scheda informativa: stazione postale di Certaldo

Stazione citata per la prima volta 1778

Data apertura           prima citazione  1778                          Data chiusura ultima citazione 1793

Itinerari di appartenenza


Tiroli:Viaggio da Firenze a Pisa per Lucca - da Siena a Pisa - da Firenze a Livorno


In questo itinerario, tratto da Francesco Tiroli, La vera guida per chi viaggia in Italia …, Roma Giunchi 1775, appare la collocazione della stazione di Certaldo sulla Via Traversa che collegava La Scala, posta nella via Pisana, a Poggibonsi, sulla Via Senese, ricalcando così il vecchio itinerario dell’antica Via Francigena. In questo periodo in realtà la stazione di posta era a Cambiano in quanto la posta di Certaldo risulta istituita nel 1778.

Tofani: Viaggio da Firenze a Livorno


In questo itinerario, tratto da Itinéraire d’Italie  qui contient la description …, Florence Tofani 1801, è  descritta anche la strada Traversa Romana che dalla località dell’Osteria Bianca portava alla strada Senese a Poggibonsi. Appare qui indicata Cambiano come sede collocazione della stazione di posta e Certaldo che fu sede di posta cavalli dal 1778 al 1793.


Descrizione

Il Comune di Certaldo, in provincia di Firenze, nel 2009 contava 16.304 abitanti ed il suo territorio è bagnato dal fiume Elsa. L’abitato si estende a cavallo della strada regionale (già statale 429) ed è formato da due nuclei abitativi ben distinti: Certaldo Alto, la parte medievale costruita su un colle, e la parte bassa, più moderna e in pianura, il cui sviluppo ebbe forte impulso dal Settecento. Zona a vocazione agricola vede anche la presenza di varie piccole e medie industrie.


La posta-cavalli

Non è ancora stato possibile individuare la dislocazione della sede della posta cavalli.
La stazione di posta di Certaldo fu aperta nel 1778 in conseguenza della chiusura di quella di Cambiano per lavori al fondo stradale nel territorio delle Comunità di Castelfiorentino e Certaldo.
Nel 1793 la posta cavalli di Certaldo appare nell’elenco delle stazioni che, per l’insufficiente volume di lavoro, ricevevano un sussidio granducale per il mantenimento del servizio postale: il sussidio annuo ammontava a lire 140  1.
Nel 1793 ne fu disposta la chiusura ed il ripristino della stazione di posta a Cambiano. Stupisce che a distanza di un anno, nel 1794, una guida edita a Firenze riportasse ancora l’esistenza della stazione di Certaldo 2 .

Contesto territoriale

Dall’itinerario postale era possibile proseguire il viaggio per località non coperte dal servizio di posta cavalli ricorrendo ai servizi di vetturali privati. Ecco la situazione della rete viaria come appare nella cartina relativa al Viaggio da Firenze a Volterra disegnata da Antonio Giachi nella seconda metà del Settecento.
Le stazioni di posta presenti all’epoca sull’itinerario sono contrassegnate dal simbolo:

simbolo

Giachi:Viaggio da Firenze a Volterra


Viaggio da Firenze a Volterra
(Manoscritto Antonio GIACHI, SECONDA META’ XVIII SECOLO) 1.C.4


Notizie storiche e artistiche

Il Dizionario del Repetti menziona questa località ricordando la sua posizione rispetto alla viabilità della zona:

CERTALDO in Val d'Elsa. Castello famoso, già capoluogo di un estesissimo Vicariato, ora della sola Comunità di questo nome, nella potesteria di Castel Fiorentino, Vicariato Regio di Sanminiato, Diocesi e Compartimento di Firenze. L'antico castello risiede sulla cima di una collina marnosa che frana dal lato orientale il torrente Agliena prima di sboccare nell'Elsa, mentre a ponente maestrale ne lambisce le sue falde il rio di Scolo, cui fa ala dal lato opposto una vaga collinetta, denominata il poggio del Boccaccio. Il moderno paese è fabbricato a piè della collina, non molto lungi dalla ripa destra del fiume Elsa, ripartito in due borgate cui passa in mezzo la strada Regia Francesca, denominata Traversa …


scheda completa Repetti

 


1 ASFi, Direzione Generale delle Poste (1709-1808), filza 97, Sussidi e canoni governativi per le poste (v. Scarso, op. cit., p. 109).

2 Il viaggiatore in Italia …., Firenze Stamperia Granducale 1794.